Brownies Vegani

Ciao a tutti!

Oggi vorrei condividere con voi una ricetta per realizzare dei deliziosi brownies vegani. Mi piacerebbe, talvolta, pubblicare articoli come questo, riguardanti ricette o l’alimentazione in generale.

br00

Premetto che questa ricetta non è stata elaborata da me, ma l’ho trovata sul blog Oatmeal with a Fork; per chi fosse interessato, è questa. Ho seguito quasi ogni step, con leggerissime modificazioni, ma penso che possa essere utile riproporla con le misure degli alimenti in grammi, anziché cups, tablespoons, teaspoons, ecc.

L’ingrediente particolare di questa ricetta sono i fagioli neri! Probabilmente vi stupirete sapendo che fanno parte dell’impasto, ma ultimamente l’utilizzo dei legumi nella preparazione di dolci è sempre più diffuso. Il sapore dei fagioli non si percepisce assolutamente e permettono di ottenere la consistenza cremosa all’interno, proprio come nei brownies tradizionali.


 

Ricetta:

Preparazione: 10 minuti;
Cottura: 30-35 minuti a 180°C;
Tempo totale: 40-45 minuti.

Ingredienti:

  • 7o g di zucchero di cocco;
  • 60 g di cacao crudo;
  • 400 g di fagioli neri;
  • 20 g di farina integrale di avena;
  • 82 g di sciroppo d’acero;
  • 50 g di olio di cocco;
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato o lievito per dolci;
  • 2 cucchiaini di vaniglia in polvere;
  • 1 cucchiaio d’acqua.

Eventuali sostituzioni:

  • zucchero di cocco: può essere sostituito con qualsiasi tipologia di zucchero in granuli, ad esempio zucchero integrale di canna.
  • cacao crudo:  il classico cacao amaro cotto da supermercato è una valida alternativa, magari aumentando leggermente (10-20 g) la dose, poiché il cacao crudo ha un sapore più intenso. E’ anche possibile sostituirlo con la polvere di carrube.
  • fagioli neri: ceci, cannellini e fagioli bianchi di Spagna potrebbero essere buoni sostituti, anche se non sono sicura.
  • farina integrale d’avena: può essere sostituita con qualsiasi  farina per dolci, ad esempio di farro, di grano tenero integrale, di grano saraceno, ecc.
  • sciroppo d’acero: qualsiasi dolcificante liquido rappresenta una buona alternativa e dunque sciroppo di datteri o di riso possono essere sostituiti a questo ingrediente. Sconsiglio il miele, poiché ha una consistenza molto più densa, ma potrebbe comunque funzionare.

IMG_3130IMG_3131

Preparazione:

  • Accendere il forno a 180°C.
  • Mescolare in una ciotola tutti gli ingredienti in polvere e quindi lo zucchero di cocco, il cacao crudo, la farina integrale d’avena, la vaniglia in polvere e il lievito (o bicarbonato).
  • Frullare nel mixer tutti gli ingredienti liquidi  eccetto l’acqua, ossia i fagioli neri, lo sciroppo d’acero e l’olio di cocco, fino ad ottenere un impasto omogeneo.
  • Aggiungere gli ingredienti in polvere al mixer e frullarli con quelli liquidi fino ad ottenere un impasto omogeneo. Aggiungere un cucchiaio d’acqua se necessario.
  • Versare l’impasto in una teglia da forno con carta da forno ed eventualmente oliata con olio di cocco, oppure in una teglia in silicone.
  • Cuocere per 30-35 minuti (la ricetta originale suggerisce 20-25, ma i miei brownies hanno impiegato 30 minuti abbondanti) o finché uno stuzzicadenti inserito nei brownies non esce pulito.

IMG_3142IMG_3145

Spero la ricetta vi sia piaciuta! Fatemi sapere se la proverete.

 

 

Annunci

4 pensieri su “Brownies Vegani

  1. Mi sembra una ricetta molto interessante! Devo spulciare un po’ in giro (forse più online che per negozi) per trovare gli ingredienti originali, prima di gettare la spugna e buttarmi sulle sostituzioni. Di solito per i brownies seguo la ricetta di Katharine Hepburn (sì, l’attrice 🙂 ), ma questa è un’alternativa senz’altro più sana. I fagioli nei dolci possono sembrare strani a noi, ma così tanto rari non sono se si pensa ad esempio alla pasticceria giapponese, dove gli azuki sono praticamente dappertutto. Parlando sempre di ingredienti che non t’aspetti, tempo fa mi sono imbattuta nella ricetta di alcune cupcakes nella quale il burro veniva sostituito dalle barbabietole. Il risultato? Un impasto spugnoso, umido e soffice. Perfetto insomma. 😀

    • Ciao e grazie per il commento! Sicuramente all’inizio è meglio utilizzare gli ingredienti originali per sicurezza, ma successivamente anche sperimentare potrà dare i suoi frutti. Gli ingredienti possono non essere facilmente reperibili e magari più costosi di quelli tradizionali, ma a mio parere ne vale la pena. A NaturaSì riesco a reperirli tutti, ma non è presente in tutte le città, purtroppo a volte l’unica soluzione è acquistarli online e riconosco che questo possa scoraggiare, ma ultimamente questi alimenti più particolari si stanno diffondendo anche nei supermercati. Interessante la ricetta dei cupcakes con la barbabietola! La cercherò la prossima volta che decido di fare un un dolce.

      • Buon pomeriggio a te! Purtroppo hai ragione. Dalle mie parti non c’è ancora un NaturaSì, per questo sono abituata ad acquistare da loro online. Aspetterò solo di accumulare un certo numero di prodotti per ammortizzare meglio le spese di spedizione, prima di ordinarli. Un saluto! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...