Recensione Urtekram Rose Conditioner

IMG_3051IMG_3063

Prodotto: Rose Conditioner

Brand: Urtekram

Quantità: 250 ml

Prezzo: 8,79€ (su Ecco Verde; io l’ho acquistato in Germania ad un prezzo decisamente minore, ma non ricordo precisamente quale fosse)

PAO: 12 mesi

Texture: cremosa ma non eccessivamente densa

IMG_3054IMG_3061

Sul sito (Ecco Verde): “Balsamo alla rosa: Coccola i tuoi capelli con questo balsamo alla rosa. Durante la piega, i capelli saranno più facili da gestire e da pettinare, senza nodi! L’estratto di aloe vera e di glicerina infatti, rendono le fibre del capello morbide e levigate.
Modo d’uso: dopo lo shampoo spalmare una noce di prodotto e massaggiare il capelli dalla radice alle punte e lasciare in posa per 2-3 minuti prima di sciacquare abbondantemente.
Note: certificato cosmos Organic by Eccocert Greenlife.”

INCI: Aqua, aloe barbadensis leaf extract*, glycerin**, cetearyl alcohol, coco-caprylate, glyceryl caprylate, lecithin, olus oil, sodium cetearyl sulfate, cetyl alcohol, glyceryl stearate se, rosa damascena extract*, pelargonium graveolens oil*, citric acid, magnolia officinalis bark extract, citronellol, geraniol, limonene, linalool, tocopherol, beta-sitosterol, squalene.
(* = ingredient from Organic Farming, ** = made using organic ingredients)

IMG_3059

La mia esperienza: Ho acquistato questo prodotto in Germania, poiché il mio adorato Balsamo Concentrato attivo di Biofficina Toscana (recensito qui) è finito proprio mentre ero in vacanza ed ho quindi sperimentato un nuovo balsamo, di una marca a me sconosciuta fino ad allora. Adoro il profumo di rosa, inoltre questo prodotto non contiene l’Alcohol come secondo ingrediente, subito dopo Aqua, perciò ho deciso di provarlo, ma purtroppo non ha soddisfatto le aspettative. Il prodotto si dosa bene, l’odore di rosa è delicato ma gradevolissimo, la consistenza è perfetta, il fatto che bastino 2 o 3 minuti di posa ottimo per chi, come me, ha sempre fretta e non possiede una vasca da bagno e sicuramente nutre profondamente i capelli, rendendoli morbidi e luminosi. Purtroppo, però, è pessimo per quanto riguarda l’aspetto più importante, oltre all’essere nutriente, di un balsamo: non districa affatto i nodi. Mentre quello di Biofficina Toscana scioglie sempre tutti i nodi in poco tempo, questo non facilita particolarmente la gestione dei capelli, che rimangono difficili da pettinare (e c’è l’alto di rischio di strapparne un gran numero tentando di districare i nodi). Nel complesso, quindi, questo prodotto per quanto mi riguarda è bocciato e non lo ricomprerò, anche se forse può essere adatto a chi ha i capelli corti.

Voto: 5/10

Annunci

Informazioni sull’eco bio

Ciao a tutti!

Questo breve post è per fornire informazioni sintetiche sui cosmetici eco bio. Per chi fosse interessato ad approfondire, ho aggiunto qualche link con spiegazioni molto più dettagliate, inoltre ormai bastano poche ricerche sul web per procurarsi i dati necessari. Spero che possa aiutare chi utilizza ancora cosmetici tradizionali a comprendere meglio perché secondo molti i prodotti eco bio sono migliori e a riflettere durante i prossimi acquisti.

Informazioni sulla cosmesi ecologica e biologica.

cosmetici eco bio sono prodotti ecologici, in quanto sono utilizzate sostanze non chimiche e non derivanti dal petrolio, inoltre sono ridotti gli imballaggi superflui e privilegiati quelli riciclabili al fine di ridurre l’impatto ambientale; sono poi cosmetici biologici, poiché gli ingredienti utilizzati, oltre a non essere chimici, provengono da agricoltura biologica. Quasi sempre le aziende che rispettano questa filosofia realizzano prodotti cruelty-free, ossia non testati sugli animali. Spesso sono anche vegan, ovvero non contengono nessun ingrediente di derivazione animale. I cosmetici eco bio hanno anche una dermocompatibilità molto maggiore rispetto a quelli tradizionali.

Certificazioni

I prodotti ecobio hanno sempre delle certificazioni. Imparare a riconoscerle è molto importante per avere informazioni su ciò che stiamo acquistando. Se vi interessano le principali certificazioni dei prodotti ecobio vi consiglio di leggere qui, dove sono descritte dettagliatamente e vengono mostrati anche i loghi di ognuna.

Pro e contro dei prodotti eco bio

I cosmetici eco bio, quindi, sono migliori per la nostra pelle, hanno un minor impatto ambientale e tutelano gli animali.
Potendo fare a meno senza problemi di acquistare cosmetici testati sugli animali, fabbricati senza rispettare l’ambiente e che pubblicizzano falsità, passare all’eco bio mi è sembrato semplice e giusto, anche considerando che ormai moltissime marche producono cosmetici eco bio validi e la scelta è dunque davvero ampia.
Secondo molti, però, i prodotti ecobio sono troppo costosi. Questo in parte è vero, ma giustificato dal fatto che vengono utilizzati perlopiù ingredienti di qualità (i siliconi, i petrolati, ecc. sono molto economici e levigano, anche se solo in modo effimero, la pelle, quindi spesso privilegiati). Inoltre stanno aumentando sempre di più le aziende che producono cosmetici di questo tipo e alcune di esse hanno prezzi moderati o bassi. Ad esempio Benecos, Lavera e Viviverde Coop hanno prezzi medio-bassi.

Ingredienti dannosi presenti nei cosmetici tradizionali

Nei cosmetici tradizionali sono utilizzati costantemente i siliconi. Non è scientificamente dimostrato che siano cancerogeni (anche se c’è il sospetto che lo siano), ma creano una barriera, un film occlusivo che disidrata la pelle. Molti prodotti promettono di essere idratanti, ma hanno dei siliconi nelle posizioni iniziali, perché sono molto economici e rendono il cosmetico setoso. Imparare a leggere l’INCI aiuta quindi anche a non lasciarsi ingannare.

Due ingredienti pericolosi i petrolati e i PEG. I primi (riportati nell’INCI come mineral oil, petrolatum, paraffinum liquidum, ecc.), oltre ad essere dannosi per l’ambiente in quanto derivati dal petrolio, lo sono anche per l’uomo: come i siliconi sono filmanti e dunque occlusivi e, soprattutto, sono classificati come cancerogeni di classe II dalla CEE. I PEG sono perché anch’essi di derivazione petrolifera e possono contenere quali impurità residue del processo di etossilazione necessario a produrli, sia ossido che diossido di etilene che sono certamente cancerogeni.

Ci sono moltissime altre sostanze dannose e se vi interessa una lista con spiegazioni riguardo a ciascuna guardate qui, qui e qui.

Link utili

Per informazioni molto dettagliate, perfino tecniche, L’angolo di Lola è sicuramente il forum più adatto. Potrete trovare l’INCI di innumerevoli cosmetici, eco bio e non; dritte su come imparare a leggere e conoscere l’INCI e le sostanze contenute nella maggior parte dei prodotti; ricette e tutte le informazioni necessarie per imparare a “spignattare“, ossia prodursi i propri cosmetici autonomamente in casa; liste di negozi, online e non, dai quali acquistare materie prime e prodotti finiti, con commenti, opinioni e informazioni dettagliate.

Per quanto riguarda lo “spignatto”, vi consiglio i vecchi video di Carlitadolce, pienissimi di ricette con dimostrazione. Ormai non la seguo più, ma penso che in precedenza il suo canale fosse molto valido.

Qui o qui potete trovare l’elenco di tutte le profumerie e i negozi (fisici, non online) di moltissime città italiane che vendono cosmetici eco bio.

Qui potete trovare l’indice alfabetico dell’ISPESL di tutte le sostanze cancerogene.

Prodotti Preferiti Agosto 2015

Ciao a tutti!

È passato più di un anno dal mio ultimo post sui preferiti del mese, ma spero adesso di riuscire a pubblicarli più regolarmente, anche se sicuramente non riuscirò a testare abbastanza nuovi prodotti da farne uno alla fine di ogni mese.
In questo mese ho testato molti prodotti della Alverde; in questo post ben tre preferiti sono proprio di questa marca ed hanno il vantaggio, oltre a quello di essere realizzare ciò che promettono, di essere molto economici.

Alverde Augenbrauenstift Blond 01 (2,45€ per 1,1 gr): Vi ho mostrato questa matita per sopracciglia nel mio ultimo Haul Alverde e in questo mese l’ho utilizzata molto spesso. Il pettine, situato sulla parte finale, è molto comodo (e dispone inoltre di un tappo trasparente, che ho perso). La mina della matita è morbida, il prodotto si stende molto facilmente, ma allo stesso tempo si fissa e non sbava; anche nei giorni più caldi d’estate non è mai colato ed è rimasto per l’intera giornata. I colori più scuri potrebbero anche essere ottimi applicati sull’occhio, proprio per la morbidezza e lunga durata della mina sulla pelle. Purtroppo la linea consiste soltanto di due colorazioni, ma essendo piuttosto ben formulati dovrebbero essere adatti alla maggior parte delle persone.
Voto: 10/10

IMG_1486IMG_1485 IMG_1484

TEA Natura Shampoo Doccia all’Argilla Ghassoul (6,69€ per 250 ml): Uso ormai questo shampoo doccia da molto tempo ed è uno dei migliori che abbia mai provato. Premetto che non l’ho mai utilizzato per detergere il corpo, poiché ritengo che sia davvero ottimo come shampoo e mi sembra uno “spreco” destinarlo ad altri usi. Diluito, fa molta schiuma e deterge perfettamente i capelli, rendendoli nutriti e luminosi. È delicato, non irrita la cute (né rimangono assolutamente tracce di argilla, ovviamente) e lascia i capelli puliti molto a lungo, riequilibrando davvero la produzione del sebo.
Voto: 10/10

IMG_2997IMG_2998IMG_3008

Alverde Nachtcreme Wildrose (3,25€ per 50 ml): Questa è probabilmente una delle poche creme Alverde con un INCI davvero ben formulato e pensato per pelli sensibili, esigenti, delicate e secche. Infatti, l’Alcohol si trova addirittura in undicesima posizione, a differenza della maggior parte dei prodotti di questo brand! Questa crema per la notte ha un odore gradevole e delicato, la giusta consistenza, si spalma molto facilmente e si assorbe velocemente. Nutre profondamente la pelle, rendendola luminosa e rimpolpata, senza causare (almeno nel mio caso, ovviamente) irritazioni o arrossamenti. Inoltre, è perfetta per la sera anche d’estate, perché pur essendo molto nutriente non lascia la pelle unta.
Voto: 10/10

IMG_3014IMG_3015IMG_3024

Alverde Intensiv Lippenbalsam Granatapfel Karitébutter (1,45€ per 10 ml): Ho acquistato questo prodotto piuttosto recentemente in vacanza poiché mi si stavano seccando un po’ le labbra e mi ero dimenticata di portare un balsamo per le labbra. Non ne avevo mai sentito parlare ed ero piuttosto scettica, inoltre appena l’ho aperto ho avvertito immediatamente un disgustoso (almeno a mio parere) odore dolciastro e forte, come di caramelle per bambini. Applicandolo, però, ho subito cambiato opinione: si stende molto facilmente e igienicamente (senza doverlo prelevare con le dita), lascia le labbra lucide, come un delicato lucidalabbra trasparente, dà immediatamente sollievo alle screpolature, ma anche a lungo termine; infatti, utilizzandolo una volta al giorno, nel giro di un paio di giorni le mie labbra sono tornate nutrite e idratate. Realizza quindi davvero ciò che promette di fare!  L’unico difetto, per me, è l’odore, davvero sgradevole.
Voto: 9/10

IMG_3009IMG_3011IMG_3029

Recensione Nonique Luxurious Eye Cream (6,49€ per 15 ml): Ho già recensito questa crema occhi qui, proprio nel post precedente a questo, ma ho pensato di inserirla comunque nei preferiti per chi non l’avesse letto. Ho infatti utilizzato questo prodotto moltissimo, soprattutto poiché mi è finita da un po’ la crema per contorno occhi che usavo abitualmente la sera (Eye Care di Martina Gebhardt, recensita qui) e non ho avuto modo di ricomprarla, perciò ho utilizzato questo prodotto sia al mattino che la sera. L’ho sempre pensato come adatto al mattino, poiché la sera preferisco creme più corpose per il mio contorno occhi molto secco ed esigente, ma sorprendentemente mi sono trovata benissimo anche con questa (anche se forse d’inverno non la utilizzerei la sera)!
Voto: 9/10

IMG_0638IMG_0642
IMG_0640

Avril Eye Pencil Carbon (2,99€ per 1 g): Avevo già recensito la matita marrone della stessa linea nel post Le Mie Matite Occhi, quando avevo appena ordinato questo prodotto. Ad oggi, ho quasi finito quello comprato allora e ne ho già anche un altro nuovo, pronto per essere utilizzato. Confermo tutto ciò che vale per il colore terre brulèe anche per quanto riguarda carbon: la mina è morbida, dunque il prodotto si stende molto facilmente e con precisione, senza che graffi o irriti l’occhio, ma allo stesso tempo la durata è molto buona (anche d’estate!); alla fine della giornata è in condizioni buone, il tratto è soltanto meno intenso, ma non svanito o colato. Inoltre non provoca nemmeno bruciore o arrossamenti nella fase di rimozione del trucco.
Voto: 9-/10

IMG_3018IMG_3019 IMG_3021

Haul Alverde 2

Ciao a tutte!

Sono stata recentemente in vacanza in Slovenia e, passando da un dm, ho acquistato qualche prodotto della marca Alverde. Molti di voi probabilmente già la conosceranno, ma se non ne avete mai sentito parlare potete trovare più informazioni nel mio primo Haul Alverde. Inoltre ho già recensito alcuni prodotti acquistati in passato qui, qui e qui.

Questi sono i prodotti che ho comprato:

IMG_1491IMG_1493

Transparentes Augenbrauen – und Wimpergel (3,95€ per 7 ml): Un gel trasparente per modellare (con due tipi di pettine) e fissare le sopracciglia.

IMG_1477IMG_1478IMG_1479

Augenbrauenstift Blond 01 (2,45€ per 1,1 gr): Una matita per sopracciglia dotata di pettine. Esiste anche nella colorazione Braun 02.

IMG_1486IMG_1485IMG_1484

Anti-Aging Q10 Vitamin-Augenserum Gojibeere (3,95€ per 10 ml): Una crema contorno occhi ricca di estratti, tra i quali quello di bacca di goji.

IMG_1489IMG_1490

Aqua Peeling Meeresalge (2,45€ per 75 ml): Un peeling alle alghe per pelli normali e miste. Ho comprato questo prodotto di fretta, senza leggere l’INCI (nel quale l’Alcohol si trova al secondo posto) e senza sapere che fosse specifico per pelli normali e miste, quindi non adatto a me. Probabilmente lo regalerò.

IMG_1482IMG_1483

Nutri-care Shampoo Mandel Argan (2,-€ circa per 200 ml): Uno shampoo nutriente alla mandorla e argan. Non sono purtroppo riuscita a trovare il link del prodotto sulla pagina di Alverde.

IMG_1480IMG_1481

Recensione Lavera Basis Sensitiv Crema Mani

IMG_0643

Prodotto: Basis Sensitiv Crema Mani

Brand: Lavera

Quantità: 75 ml

Prezzo: 2,99€ (su Ecco Verde)

PAO: 6 mesi

Texture: cremosa, né troppo densa né troppo liquida

IMG_0646

Sul sito (Ecco Verde): “La crema con olio di mandorle e burro di karité biologici protegge le mani anche molto stressate e screpolate e fornisce l’idratazione necessaria.
Gli efficaci estratti biologici di camomilla leniscono e ammorbidiscono la pelle.
Con ingredienti vegetali biologici di produzione propria, vegan, pH: 5,0-5,5.

  • Con mandorle bio e burro di karité bio
  • Ravviva la pelle
  • Idratazione a lunga durata
  • Assorbe rapidamente

L’olio di mandorle biologico è un olio leggero con proprietà molto preziose per la cura profonda della pelle stressata. Il burro di karitè contiene una naturale protezione UV e rende la pelle morbida ed elastica.”

INCI: Water (Aqua), Glycine Soja (Soybean) Oil*, Caprylic/Capric Triglyceride, Alcohol*, Butyrospermum Parkii(Shea Butter)*, Glycerin, Hydrogenated Palm Glycerides, Stearic Acid, Cellulose, Simmondsia Chinensis (Jojoba) Seed Oil*, Xanthan Gum, Prunus Amygdalus Dulcis (Sweet Almond) Oil*, Tocopheryl Acetate, Helianthus Annuus (Sunflower) Seed Oil, Tocopherol, Calendula Officinalis Flower Extract*, Chamomilla Recutita (Matricaria) Flower Extract*, Hydrogenated Lecithin, Lecithin, Ascorbyl Palmitate, Lysolecithin, Brassica Campestris (Rapeseed) Sterols, Fragrance (Parfum)**, Limonene**, Linalool**,Geraniol**, Citral**, Citronellol**
* ingredients from certified organic agriculture
**
natural essential oils

IMG_0645

La mia esperienza: Mi sono trovata davvero bene con questo prodotto. Il profumo è delicato ma abbastanza persistente, leggermente agrumato (come quello di tutti i prodotti della linea Basis Sensitiv). La consistenza non è né troppo densa né troppo fluida e pur essendo mediamente corposa, si assorbe immediatamente, in pochi secondi; è probabilmente la crema mani con velocità di assorbimento maggiore che io abbia mai provato e questo è sicuramente ottimo, soprattutto d’estate o quando si utilizza fuori casa. Nutre e idrata molto bene, per quanto mi riguarda anche in inverno (ma non ho avuto problemi di secchezza alle mani); lascia la pelle molto morbida, liscia, setosa, elastica. Non mi sento di consigliarla in caso di secchezza estrema (poiché l’idratazione è comunque media), ma è perfetta per tutti coloro che non hanno particolari problemi alle mani. Inoltre, come molti prodotti Lavera, è molto economica.

Voto: 9.5/10

Recensione Akamuti Olio Giapponese di Crusca di Riso

IMG_0617IMG_0623

Prodotto: Olio Giapponese di Crusca di Riso

Brand: Akamuti

Quantità: 100 ml

Prezzo: 9,99€ (su Ecco Verde)

PAO: 6 mesi

Sul sito (Ecco Verde): “Questo olio di bellezza tradizionale giapponese pulisce e deterge la pelle e nutre i capelli. L’olio di crusca di riso viene usato dalle donne giapponesi per migliorare ed ammorbidire la cute. Questo olio è ideale sia come detergente che come idratante, è ricco di vitamina E e antiossidanti, assorbe rapidamente ed è quindi particolarmente piacevole nell’applicazione. Il prodotto assicura un colorito sano, protegge la pelle dai danni ambientali e del sole, stimola il rinnovamento cellulare ed è un’ottima cura per la pelle sensibile e matura!
Applicazioni: pulizia & cura della pelle, pelle matura, pelle sensibile, cura dei capelli.”

IMG_0625

INCI:  Rice Bran Oil (Oryza sativa)

La mia esperienza: Ho utilizzato molto spesso quest’olio la sera, al posto della crema, assieme all’acqua distillata di rosa (sempre di Akamuti, una delle poche marche che la produce con unicamente Organic Distilled Roses nell’INCI). Non ha odore, si assorbe velocemente e ha una texture simile a quella dell’olio di Jojoba. Quando la sera applico questo prodotto, la mattina noto il risultato: la pelle (sensibile) è sempre più compatta, luminosa, liscia e le imperfezioni sono meno visibili. Se la sera applico un altro prodotto, il giorno seguente la mia carnagione è sempre più spenta. Ad esempio, ho acquistato anche l’olio di Cumino Nero dell’Alva (che presto recensirò), ma nonostante tutti i pareri positivi su questo prodotto, applicandolo non noto differenze. Si può utilizzare anche sul corpo e sui capelli, ma io ho preferito usarlo solamente sul viso.
In conclusione l’olio giapponese di Crusa di Riso è ottimo, forse il prodotto che ha davvero il risultato più visibile di tutti quelli che ho provato finora e lo ricomprerò sicuramente.

Voto: 10/10

 

Un nuovo inizio

Buongiorno a tutti!

Da molti mesi, ormai, non ho più pubblicato nessun post sul blog né ho controllato l’indirizzo di posta elettronica associato o applicato moderazioni ai commenti. Sono veramente dispiaciuta di aver preso una pausa così lunga senza informarvi! Inizialmente, non avendo più tempo di curare adeguatamente il blog, avevo deciso di prendere soltanto un piccolo periodo di riposo, ma questo si è prolungato molto più del dovuto, purtroppo.

Adesso vorrei riprendere a scrivere regolarmente, anche se non in giorni stabiliti o un numero di fissato di volte a settimana, ma cercherò di pubblicare senza intervalli di pausa troppo lunghi. Continuerò con le recensioni, i preferiti del mese, gli haul, i post più informativi, gli spignatti (che adoro, anche se devo ammettere di essere troppo pigra).

Inoltre, in caso siate interessate, mi piacerebbe estendere la parte e dintorni: sono infatti vegana, anche se in modo moderato (in situazioni sociali spesso è difficile mantenere questo tipo di alimentazione, quindi in questi casi cerco di essere flessibile). Potrei quindi iniziare una sezione sull’alimentazione con ricette, informazioni su questa pratica alimentare, consigli, dettagli su come questo ha anche influenzato pelle, unghie, capelli, ecc.
Pensavo di iniziare con un post in cui motivo la mia scelta e spiego come è avvenuta la mia transizione.

Rimarrà un blog prevalentemente riguardante i cosmetici ecobio, ma in caso i dintorni vi interessino particolarmente, non è detto che l’alimentazione non ne diventi una parte integrante. In ogni caso, non ho assolutamente intenzione di essere offensiva nei confronti di tutti coloro che non sono vegani né provare a costringere i miei followers a diventarlo.

Mi scuso nuovamente per la lunga assenza e spero di poter rimediare con tutti nuovi post che pubblicherò a partire da oggi.

Cecilia